La Storia della società

Il 29 settembre 1969 un gruppo di musicofili spezzini, animati dal desiderio di diffondere la cultura musicale sul territorio locale, costituirono la Società dei Concerti della Spezia, la cui direzione artistica è affidata, attualmente, al M°Bruno Fiorentini. Dal momento della sua rifondazione la Società dei Concerti ha fornito alla cittadinanza circa 1200 concerti e 50 occasioni di incontro e di discussione con musicologi e compositori contemporanei. Tra i più celebri concertisti e complessi che la Società dei Concerti ha avuto occasione di ospitare alla Spezia segnaliamo: Bruno Canino, Luigi Alberto Bianchi, Massimo Amfiteatroff, Salvatore Accardo, Severino Gazzelloni, The Early Music Consort of London, I Musici, Barry Tuckwell, la Camerata Accademica del Mozartheum – Salzburg, il Trio di Trieste, il Quartetto Italiano, I Solisti Veneti, Joaquin Achucarro, Nikita Magaloff, Max Roach, Art Blakey, Ron Carter, Giorgio Gaslini, Gerry Mulligan, Chick Corea, Peter Lukas Graf, Michele Campanella, Franco Gulli, Igor Oistrach, Antonio Bacchelli, Uto Ughi, Maria Tipo, Ruggero Ricci, Maxence Larrieu, Tom Koopman, Michel Petrucciani, Paul Badura Skoda, Lazar Barman, Ivo Pogorelich, Felix Ayo, Gregory Sandor, Gianandrea Gavazzeni, Rudolf Barshai, Katia Ricciarelli, Sviatoslav Rickter, Cecilia Gasdia, Renata Scotto, Boris Petrushansky, Alicia De Larrocha, Misha Maisky, Goran Bregovic, Madredeus, il Cleveland String Quartet, l’Arditti String Quartet, Pavel Vernikov, Sergej Krilov, Marco Rizzi e molti altri. Inoltre, la Società dei Concerti ha offerto alla città e al suo Conservatorio di Musica l’occasione di incontrare i principali compositori contemporanei (Luigi Nono, Giacomo Manzoni, Franco Donatoni, Sylvano Bussotti, Giacinto Scelsi, Jannis Xenakis, Goffredo Petrassi, Paolo Castaldi, Salvatore Sciarrino) in occasione di concerti monografici ad essi dedicati nel corso dei quali sono state spesso eseguite prime assolute delle loro opere. Dal 1998 la Società dei Concerti ONLUS svolge la sua attività non solo nella città e nella provincia della Spezia, ma l’ha estesa anche alle altre province liguri nel quadro del progetto interprovinciale della Regione Liguria, offrendo al pubblico non meno di quaranta concerti per anno solare. L’attività concertistica risulta tradizionalmente articolata nel modo seguente:

  • Stagione Invernale di Concerti, al Teatro Civico che ospita i nomi più importanti nel panorama internazionale della musica.
  • Festival Internazionale dal Jazz, la più antica rassegna del genere in Italia.
  • Concerti estivi, ciclo decentrato in provincia cui fa capo la rassegna I luoghi della musica e che si svolge da giugno a settembre.
  • Festival Paganiniano di Carro inaugurato, dal 2009 da un convegno internazionale di studi paganiniani della durata di tre giorni. Gli atti del convegno sono pubblicati da Brepols.

Nel 1986 la Società dei Concerti ha istituito il Premio San Michele, un riconoscimento che viene annualmente conferito dal sindaco della Spezia a personalità di spicco della cultura musicale italiana; dalla sua istituzione sono stati premiati: Pina Carmirelli, Amedeo Baldovino, Piero Farulli, Gianandrea Gavazzeni,  l Duo Gulli – Cavallo, Goffredo Petrassi, Katia Ricciarelli, Renata Scotto, Trio di Trieste, Roman Vlad, Giorgio Gaslini, Ennio Morricone, Bruno Canino, Salvatore Accardo, Felix Ayo, Uto Ughi, Claudio Scimone.

Dal 1988 al 1991, la Società dei Concerti ha organizzato, con il contributo della Cassa di Risparmio della Spezia, i Corsi Speciali di Perfezionamento Musicale, tenuti dai maestri: Giuseppe Garbarino, Piero Farulli, Felix Ayo, Giorgio Zagnoni, Siegfied Palm, Rudolf Barshai, nella splendida villa Marigola, Centro Studi dell’istituto di credito, cui hanno partecipato in media circa sessanta allievi provenienti da diversi paesi del mondo; essi, insieme ai docenti, davano vita alla Festival Orchestra di Villa Marigola che con la sua attività si inseriva opportunamente nella politica a favore dei giovani concertisti svolta dalla Società dei Concerti. All’attivo di questa politica sta la nascita di diversi gruppi strumentali spezzini e professionisti che operano come solisti o appaiono inseriti in importanti orchestre stabili. Nell’estate del 1995 la Società dei Concerti ha organizzato nella sede del Conservatorio di Musica un Campus di musica rinascimentale e barocca tenuto da Catharina Meintz, James Caldwell, Josè Vàsquez, Annegret Siedel, Lynn Dickinson e William Horn, Campus che ha avuto numerose adesioni di allievi provenienti da Italia, Germania, Austria, Olanda e Stati Uniti d’America.

Dal 2002 la Società dei Concerti ha dato vita al Festival Paganiniano di Carro. Il Festival si articola su di un ciclo di concerti estivi dedicati al virtuosismo strumentale, diffusi su tutto il territorio della val di Vara, il territorio più ricco di verde in Italia. Il Festival ha il suo cuore a Carro, patria della famiglia di Nicolò Paganini (vi è ancora conservata la casa avita); interessa il terrirtorio di oltre dieci Comuni tanto da costituire un vero e proprio distretto musicale purtroppo non ancora istituzionalizzato.

Infine, per le attività collaterali svolte dalla Società dei Concerti,  va segnalata la produzione di pubblicazioni editoriali: Trent’anni suonati, repertorio completo di tutta l’attività svolta dal 1969 al 1999; Giacinto Scelsi Viaggio al centro del suono, studio sull’opera del compositore spezzino, composto da saggi di vari autori (Cage, Mallet, Tosolini, Murail, Simon, Cohen-Levinas, Halbreich ed altri) e curato da Nicola Cisternino e Pierre Albert Castanet, docente di Storia della Musica Contemporanea all’Università di Rouen e di Analisi Musicale al Conservatorio Nazionale Superiore di Parigi. Il volume è stato presentato, dal maggio 1993 all’ottobre 1994, alla Spezia, Bologna (in collaborazione con Agenda Musicattuale), Venezia (in collaborazione con Sonopolis) e Roma (in collaborazione con Musica Verticale Nuova Consonanza, nell’ambito del Progetto Musica ’94); nel 2001 è stata presentata una riedizione con l’aggiunta di nuovi saggi critici; uno studio sugli organi storici della provincia della Spezia curato dall’organista Sergio Chierici.

Pubblica il bimestrale di musica e cultura IL RIGO MUSICALE che viene inviato gratuitamente agli appassionati delle diverse arti e la collana dei Quaderni dedicata alla divulgazione di argomenti a carattere musicale; ha prodotto incisioni di scografiche per la Nuova ERA, quali i cd dedicati all’opera di Gianfrancesco Malipiero (Numero di catalogo 6998) e Alfredo Casella (Numero di catalogo 7143/44) con presentazione di John C.G. Waterhouse, docente all’Università di Birmingham, e un doppio CD realizzato dal pianista Piero Barbareschi con il Quartetto Elisa con la prima registrazione dell’ ntegrale dei sei quintetti op. 56 di Luigi Boccherini, presentato in concerto dal musicologo e direttore del Conservatorio di Musica di Milano Guido Salvetti (Agorà AG215.2). Nel Dicembre 2003 sono stati presentati in concerto, eseguiti da Piero Barbareschi con l’Orchestra da Camera dell’Etruria diretta da Paolo P.Ciardi, due concerti di Symon Mayr in prima esecuzione moderna, riscoperti dallo stesso Barbareschi. È stato realizzato il Cd per la Tactus (TC 761301). Nel 2005 è stato prodotto il CD contenente l’esecuzione dei sei quartetti per flauto e archi di Alesandro Rolla, presentati in prima esecuzione moderna nell’ambito del Festival Paganiniano di Carro del 2004. La Società dei Concerti aderisce all’AGISAIAM.

L’archivio della Società dei Concerti onlus, per la sua  importanza, storico-documentaristica, è stato vincolato dalla Soprintendenza ai Beni Archivistici della Liguria. Nel 1993 la Consulta Ligure delle Associazioni per la Cultura, le Arti, le Tradizioni e la Difesa dell’Ambiente ha inteso riconoscere ruolo e funzione della Società dei Concerti nell’ambito della manifestazione A Ligûria Ringrassia con la motivazione di seguito riportata: La Società dei Concerti è stata fondata il 29 settembre 1969 per assicurare alla città della Spezia la continuità della tradizione concertistica che, fino allora fiorente, stava, per ragioni contingenti, affievolendosi…La qualità della programmazione è stata sempre di primissimo ordine ed ha assunto col tempo, una articolazione particolarmente interessante… La Consulta Ligure con questo riconoscimento intende sottolineare l’apprezzamento per un’azione culturale di grande significato civile per la città della Spezia.

Nel 2011 il Presidente della Repubblica ha accordato una targa come premio di partecipazione al Festival Paganiniano di Carro.

Negli ultimi anni l’attività dell’Ente è proseguita vivacemente e prestigiosi artisti sono stati invitati a suonare nelle varie Rassegne; tra essi citiamo Uto Ughi, Boris Belkin, Pavel Vernikov, Cedar Walton 5et, Antonella Ruggiero, Pietro De Maria, I Solisti veneti, Luis Bacalov, il Quartetto di Fiesole, Marco Rizzi, Chick Corea, Enrico Bronzi, Victoria Mullova, Salvatore Accardo, Dee Dee Bridgewater, Massimo Quarta, Giovanni Sollima, Otros Aires, Stefan Milenkovich, Domenico Nordio, John Mayall.

L’11 giugno 2013 ha realizzato un importante concerto nel Salone della Borsa di Milano, come Anteprima di quella edizione del Festival Paganiniano di Carro, con il Quartetto d’archi della Scala.

Negli ultimi anni ha incrementato la collaborazione con le più importanti realtà scolastiche cittadine, come il Conservatorio Puccini, il Liceo Musicale e le varie scuole a indirizzo musicale della provincia, realizzando regolarmente eventi a carattere didattico.

Nella stagione 2015/16 ha preso l’avvio la serie de I concerti al Museo, realizzati nei weekend invernali nei vari Musei cittadini (Museo Diocesano, CAMeC, Museo Lia).

Copyrights © 2017 Società dei Concerti onlus P.IVA 01021640113 C.F 91010390119